Blackmagic Pocket Cinema Camera

Pubblicità

Oggi si parlerà di BLACKMAGIC POKET CINEMA CAMERA, la macchina che in questo momento, secondo il mio giudizio, racchiude l’essenza di una macchina da cinema professionale.

La Black magic Pocket Cinama Camera è infatti nata con la concezione di immediatezza, cosi come d’altra parte il mondo del mirrorless, ma in questo caso, anche con la pretesa di poter essere impiegata nel mondo del cinema professionale.

La Camera non scatta foto, ma solo filmati e questo già la identifica rispetto alle reflex o le mirrorless.

Il suo aspetto può purtroppo far pensare che non sia un mezzo professionale proprio perchè eccessivamente minuscolo e spesso per questo va detto ai clienti che  la BMPCC è una videocamera professionale in grado di registrare filmati migliori rispetto a qualsiasi reflex digitale.

Purtroppo diversamente dalle sorelle maggiori (Blackmagic Cinema Camera 2.5K e Blackmagic Production Camera 4K), non dispone di un monitor touch screen. Questo la rende un po fastidiosa da adoperare ed é infatti necessaria una continua apertura del menù durante le fasi di lavoro,  ma ci si fa l’abitudine. 
​Per avere maggiore immediatezza è quindi consigliabile un monitor esterno da collegare attraverso l’attacco HDMI.

ATTENZIONE: La BMPCC soffre di un fattore crop di circa 3x, e questo significa che se montate un’ottica 14mm, la stessa diventerà quindi un 40mm. Pertanto per avere un grandangolo con la BMPCC  ci si deve dotare di obiettivi fisheye.

Purtroppo la BMPCC non ha nessun tipo di stabilizzatore ed essendo abituato al lusso della stabilizzazione su 5 assi della Olympus, mi fa paura utilizzarla in movimento privo di cavalletti o sistemi di stabilizzazione esterna.
Non sono comunque molto amante delle cose girate troppo in movimento ergo mi va già bene un cavalletto o in casi di movimento affianco la BM alla mia OMD 5 MII.

La macchina dispone di un  “Focus Peaking”: molto utile e di facile utilizzo
Questa possibilità di messa a fuoco aiuta di molto, soprattutto perchè la macchina è dotata di un dislay che non è molto leggibile soprattutto in condizioni di forte luminosità. 

 

 

Lascia un commento