Pubblicità

DJI oggi ha lanciato un sistema completo per la cinematografia che alza l’asticella sui dispositivi per la produzione cinematografica. Si tratta del DJI Ronin 4D che integra la nuovissima fotocamera stabilizzata Zenmuse X9, un sistema di stabilizzazione a 4 assi, un sistema di messa a fuoco LiDAR e un sistema di trasmissione video e di controllo impareggiabili in una singola soluzione. 

Progettata e realizzata per soddisfare gli standard dei cinematografi professionisti, DJI Ronin 4D rende le produzioni di fascia alta più efficienti, rende possibili spettacolari movimenti della telecamera e consente ai professionisti creativi di raccontare le proprie storie con un linguaggio visivo completamente nuovo.

“DJI consente ai creatori di disporre di strumenti accessibili e intuitivi per catturare e condividere il mondo esattamente secondo le loro prospettive”, ha affermato Paul Pan, Senior Product Line Manager di DJI“Con DJI Ronin 4D, utilizziamo la potenza della tecnologia per rendere la produzione cinematografica più accessibile, le telecamere cinematografiche più flessibili e l’imaging cinematografico disponibile per una gamma illimitata di registi. DJI Ronin 4D attinge alla nostra esperienza nelle innovazioni cinematografiche aeree e terrestri per consentire alla prossima generazione di creatori di contenuti professionali di stupirci ancora di più”.

Il più potente sistema di imaging cinematografico che DJI abbia mai creato

La produzione cinematografica di primo livello comincia con la ripresa perfetta, motivo per cui DJI ha sviluppato la sua piattaforma di imaging cinematografico più potente fino ad oggi. Un chipset di punta alimenta il sistema di elaborazione delle immagini intelligente CineCore 3.0, che offre una codifica RAW 8K interna con una riproduzione precisa dei colori. Dispone inoltre di funzioni di assistenza avanzate con un motore IA ad alte prestazioni e monitoraggio e controllo multi-link con elaborazione delle immagini a bassa latenza.

A complemento del sistema di imaging è presente una nuovissima fotocamera stabilizzata Zenmuse X9 full frame, disponibile nelle versioni 8K e 6K, che consente ai cineasti di acquisire filmati con eccellente qualità cinematografica. Oltre alla codifica H.264 comunemente usata, entrambe le fotocamere X9-8K e X9-6K possono registrare internamente Apple ProRes e ProRes RAW, conferendo più libertà per il post-editing. Zenmuse X9-6K supporta video fino a 6K/60fps e 4K/120fps, mentre Zenmuse X9-8K fino a 8K/75fps, offrendo agli utenti molteplici opzioni di ripresa con qualità cinematografica.

Per creare riprese avvincenti e suggestive, la doppia EI nativa di 800/5.000 e oltre 14 stop di gamma dinamica aiutano a catturare scene con ricchissime gradazioni di colore, indipendentemente dallo scenario di ripresa. Anche in situazioni di illuminazione complesse, il Sistema di colori DJI Cinema Color (DCCS) di DJI Ronin 4D offre tonalità della pelle naturali e consente coerenza tonale in un progetto quando si utilizzano diverse telecamere cinematografiche. I filtri ND fisici a 9 stop integrati nella fotocamera facilitano l’adattamento a condizioni di illuminazione che cambiano drasticamente, soprattutto quando ci si trova all’aperto.

Inoltre, X9 è dotata di un design con supporto per obiettivi intercambiabili, che consente il collegamento al DL Mount di DJI, al supporto per Leica M e ad altri supporti con distanze focali a flangia corta. Ciò offre ai cinematografi l’opportunità di utilizzare obiettivi con apertura ultra ampia, obiettivi anamorfici e obiettivi manuali vintage, creando lo stile desiderato.

Il primo sistema di stabilizzazione verticale attivo a 4 assi del settore

DJI Ronin 4D è stata progettata con un asse Z attivo innovativo nel settore, per eliminare efficacemente i mini movimenti verticali della fotocamera. Questa tecnologia consente all’operatore di riprendere mentre camminacorre o si muove in modo dinamico, senza bisogno di far pratica con il ritmo o fare affidamento su apparecchiature esterne. I video ripresi in spazi complessi come scale o terreni irregolari saranno fluidi e senza alcuna traccia dei passi dell’operatore. DJI Ronin 4D cattura con facilità anche riprese grandangolari di scorrimento, senza la necessità di un carrello.

Basandosi sugli anni di leadership di DJI nel settore della stabilizzazione aerea e portatile, DJI Ronin 4D raggiunge questa fluidità senza precedenti con un nuovo algoritmo avanzato che elabora gli input da una serie di sensori ToF verso il basso, sensori a doppia visuale in avanti e verso il basso, IMU integrato e di un barometro. Nonostante l’asse Z aggiuntivo, DJI Ronin 4D è più compatta e leggera della maggior parte delle fotocamere cinematografiche montate su uno stabilizzatore a 3 assi, riducendo le dimensioni e la complessità di una configurazione cinematografica professionale in una nuova forma ideale mai esistita prima.

ActiveTrack Pro applica la tecnologia più distintiva di DJI per ottenere riprese complesse e avanzate in modo semplice ed efficiente. Basata sul sistema ActiveTrack esistente di DJI, la versione Pro utilizza l’ultimissima intelligenza artificiale di DJI Ronin 4D per tracciare i soggetti da distanze maggiori mentre regola la composizione per mantenere un’inquadratura ottimale.

LiDAR trasforma l’esperienza di focalizzazione professionale

Un Rilevatore di distanza LiDAR di nuova concezione genera continuamente misurazioni laser precise per rivoluzionare la produzione cinematografica con un’esperienza di messa a fuoco più nitida, rapida e affidabile. E’ in grado di lanciare contemporaneamente oltre 43.200 punti di distanza fino a 10 metri, individuando i soggetti in modo rapido e preciso, anche in ambienti con scarsa illuminazione. Poiché LiDAR misura la distanza dal soggetto senza fare affidamento sulle strutture della superficie o cercando i bordi, ottiene una velocità di messa a fuoco più rapida senza compromettere in alcun modo la qualità dell’immagine.

DJI Ronin 4D offre 3 modalità di messa a fuoco per soddisfare le esigenze di ogni utente: messa a fuoco manuale, messa a fuoco automatica e l’esclusiva messa a fuoco manuale automatizzata (AMF) di DJI. Nella messa a fuoco manuale, DJI Ronin 4D fornisce la Waveform LiDAR, uno strumento di assistenza che consente ai cineasti di individuare i punti di messa a fuoco e di mettere a fuoco con estrema precisione. L’autofocus mantiene una messa a fuoco nitida sul soggetto anche durante le situazioni più dinamiche e imprevedibili, come la realizzazione di documentari. La messa a fuoco manuale automatizzata combina il meglio di entrambe le modalità per ruotare automaticamente la rotella di messa a fuoco seguendo il punto di messa a fuoco, consentendo all’operatore di intervenire manualmente in qualsiasi momento per un’esperienza ancor più intuitiva.

Trasmissione a latenza ultra bassa, a lungo raggio e anti-interferenza

Utilizzando la nuovissima tecnologia di trasmissione O3 Pro di DJI, il trasmettitore video 4D trasmette un feed in 1080p/60fps ai monitor remoti, con un raggio di trasmissione fino a quasi 6 km. Include anche la crittografia AES a 256 bit che protegge il feed video e una latenza end-to-end ultra bassa per un’esperienza di monitoraggio fluida e in tempo reale, consentendo agli operatori di muoversi liberamente sul set.

Oltre a 2.4 GHz 5.8 GHzO3 Pro supporta anche la banda di frequenza DFS, che migliora notevolmente la stabilità e le prestazioni anti-interferenza, anche in ambienti di segnale affollati e in luoghi caratterizzati da strutture architettoniche complesse. Questo sistema abilita anche più ricevitori con un singolo trasmettitore, consentendo agli utenti di cambiare rapidamente feed tra diverse unità Ronin 4D.

Il monitor remoto ad alta luminosità aggiuntivo integra un ricevitore video wireless in un monitor da 7 pollici a 1.500 nit. Il sensore giroscopico integrato trasforma il monitor anche in un controller di movimento, per ottenere un controllo della telecamera basato sul movimento. Può anche connettersi alle impugnature di Ronin 4D, DJI Master WheelsDJI Force Pro o il nuovo DJI Follow Focus a 3 canali, per modernizzare le riprese coordinate. 

Quando più monitor remoti vengono utilizzati insieme, ciascun dispositivo può riprodurre il materiale separatamente con LUT indipendenti, senza interferire con altri monitor. Lo slot per schede microSD integrato nel monitor supporta la registrazione di filmati proxy fino a 1080p/60fps.

Memoria, registrazione del suono e durata della batteria

Per soddisfare le esigenze di un’ampia gamma di utenti, DJI Ronin 4D offre tre metodi di archiviazioneSSD USB fornisce ai progetti 4K una soluzione conveniente, La scheda CFexpress Type-B offre compatibilità e stabilità. Il PROSSD 1TB di DJI offre le migliori prestazioni e la massima stabilità per la registrazione interna alla massima risoluzione e frequenza di fotogrammi.

Per quanto riguarda la registrazione del suono, Ronin 4D è dotata di microfoni integrati che supportano la registrazione audio a 24 bit a doppio canale. Dispone anche di due jack da 3,5 mm sul telaio e due porte XLR sulla piastra di espansione per ulteriori opzioni di ingresso e uscita.

Proprio come Ronin 2 e Inspire 2, DJI Ronin 4D utilizza batterie intelligenti TB50, che offrono fino a 2,5 ore di ripresa. Anche in condizioni meteorologiche estreme, la batteria TB50 sarà ancora affidabile grazie all’aiuto della tecnologia di riscaldamento automatico.

Sviluppata insieme ai leader del settore

DJI Ronin 4D si presenta come la soluzione che i cinematografi di tutto il mondo stavano cercando. “Lo sappiamo perché questi professionisti hanno viaggiato con noi, testando prototipo dopo prototipo, fornendo feedback costanti e lavorando con noi in ogni fase del processo fino al completamento di Ronin 4D. – Afferma DJI – Ma la nostra collaborazione non finisce qui. A partire da oggi, DJI è lieta di annunciare che 8 dei più illustri direttori della fotografia e vincitori di numerosi premi, lavoreranno direttamente con DJI e con Ronin 4D per i loro lavori futuri. Tra questi: Claudio Miranda, ASC; Peter Pau, HKSC; Erik Messerschmidt, ASC; Rachel Morrison, ASC; XiaoShi Zhao, CNSC; Rodney Charters, ASC, CNSC, NZCS e Takuro Ishizaka, JSC.”

Prezzo e disponibilità


DJI Ronin 4D è disponibile nelle combo 6K e 8K

  • La versione 6K include il corpo principale, una fotocamera stabilizzata Zenmuse X9-6K, il rilevatore di distanza LiDAR, il monitor principale ad alta luminosità, le impugnature e la maniglia superiore, una batteria intelligente TB50 e una custodia da trasporto; il suo prezzo è di 7059 € e sarà disponibile a partire da Dicembre. 
  • La versione 8K include una fotocamera stabilizzata Zenmuse X9-8K più potente a un PROSSD 1TB; il suo prezzo è di 11099 € e sarà disponibile in un secondo momento. 
Categorie: Video

Mario Perrone

Ideatore e titolare di FVproductions

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar
X

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy