Sony A7r III, regina delle mirrorless full-frame per DXOMark

Pubblicità

La nuova Sony A7r III è stata sottoposta al celebre test di DXOMark, ottenendo un punteggio complessivo pari a 100, il più alto mai assegnato dalla testata per le fotocamere non medio formato. Prosegue l’escalation dell’azienda giapponese nel settore fotografico.
La Sony A7r III, fotocamera presentata recentemente dall’azienda giapponese, è attualmente la migliore mirrorless full-frame. A sostenerlo è DXOMark, celebre testata specializzata in ambito fotografico, che l’ha sottoposta ai propri test, riconoscendo l’eccellente lavoro svolto dall’azienda giapponese.
Scendendo nel dettaglio, DXOMark ha particolarmente apprezzato la resa di questa Sony A7r III in condizioni di bassa luminosità. In tal senso, anche in situazioni estreme, sembra che la mirrorless riesca a mantenere sempre sotto controllo il rumore video, mostrando comunque una vasta gamma di sfumature.
Non a caso, il punteggio ottenuto dalla Sony A7r III è stato di 100, ovvero il più alto mai assegnato ad una fotocamera non medio formato. Questo ha consentito di appaiare al vertice un prodotto come la Nikon D850, con quest’ultima che invece sembra fare meglio in condizioni di luce piena o ritraendo soggetti immobili con l’ausilio di un treppiede.
Al di là comunque di questi aspetti, il fatto che la Sony A7r III potesse essere un modello convincente era emerso, almeno sulla carta, già al momento della presentazione. Del resto, stiamo parlando di una fotocamera con un sensore CMOS retroilluminato Sony Exmor-R da 42.4 MP, peraltro associato al nuovo processore di immagine BIONZ X.
Non mancano il supporto alla scatto continuo sino a 10 FPS con tracking completo AF/AE, la registrazione video in 4K, 15 stop di gamma dinamica, e sensibilità da 100 a 32000 ISO (50-102400 in modalità estesa), lo stabilizzatore ottico a 5 assi racchiuso nel corpo macchina. Il tutto per un prezzo di listino di 3.500 euro.
Sarà dunque interessante verificare l’evoluzione del mercato in questione durante il 2018. La sensazione è che Sony, viste anche le difficoltà nel comparto mobile e gli investimenti operati per i sensori fotografici per gli smartphone, sia sempre più intenzionata a diventare un punto di riferimento in ambito fotografico. Staremo a vedere.

fonte TOMSHW.IT

 

Lascia un commento